Il difficile rientro dalle vacanze!

Si rientra dalle vacanze o dai weekend al mare, e si rientra dopo aver trascorso diverso tempo in condizioni non proprio ideali per la salute della pelle. Sarà il bisogno di sentirsi finalmente riscaldate e coccolate dal sole, o magari il desiderio di rientrare a casa sfoggiando una tintarella da fare invidia… fatto sta che esporsi al sole in maniera troppo diretta porta con sé delle conseguenze che la pelle a volte fatica a digerire. E stiamo usando un eufemismo.

Per quanto riguarda l’invecchiamento della pelle, che il sole accelera, per fortuna è possibile fare qualcosa. Soprattutto in questo periodo.

I segni permanenti più evidenti (parliamo delle conseguenze di tipo estetico) sulla pelle, derivanti da una eccessiva esposizione al sole, sono principalmente secchezza, rugosità fine e comparsa di macchie brune.
Se non si prendono provvedimenti di volta in volta, sicuramente l’invecchiamento della pelle procede a passo più spedito rispetto a chi non si espone troppo al sole e utilizza protezioni adeguate. Attualmente esistono prodotti dermatologici e di medicina estetica in grado di far parzialmente regredire i danni prodotti dal sole.

I trattamenti più efficaci sono sicuramente i prodotti biorivitalizzanti iniettivi, che ristabiliscono la naturale idratazione e stimolano l’attività cellulare, i peeling superficiali e medi, che riducono le pigmentazioni anomale, esfoliano e stimolano, rinnovando lo strato cellulare danneggiato dal sole, e infine, per chi non ama i trattamenti più intensivi e preferisce una cura più soft e diluita nel tempo, ci sono alcuni programmi di creme, che aiutano a risanare la cute “maltrattata” dall’esposizione solare, e che devono essere prescritti in base alla tipologia della cute e del danno riscontrato.

Annunci

Bellezza e salute: per essere belli bisogna avere un organismo sano!

Quanto si può essere belli se l’intestino non funziona bene, se fumiamo, se dormiamo
male?
Uno dei principali insegnamenti che mi sono stati dati riguarda proprio l’importanza di considerare il paziente sempre nella sua interezza: se il nostro organismo è sano, saremo anche belli!
Curando il nostro intestino, il nostro cuore, le allergie e così via, il nostro organismo sarà più sano e, ad esempio, la nostra pelle apparirà più giovane e bella.
Come dire che per migliorare una parte di noi stessi dobbiamo considerare il “tutto” senza mai perdere di vista comunque il motivo che induce il paziente a richiedere un intervento di chirurgia plastica o un trattamento di medicina estetica.
Così, anche in questi ambiti, non è più sufficiente ridurre l’attività medica a tecnica o tecnologia applicata, ma è necessario curare, consigliare e guidare la paziente in un percorso verso il raggiungimento di uno stato di salute, gradino indispensabile per poter riuscire a rallentare i segni del tempo e mantenersi belli.
Mode, libri, internet: ogni mese, anzi, ogni giorno troviamo un nuovo consiglio per
dimagrire o per essere più belli. Alcuni giusti, altri meno ma, la cosa fondamentale da
tenere sempre a mente è che non è detto che quello che va bene per una persona possa andare bene anche per un’altra
Quindi via libera ai consigli generici per la buona salute ma poi c’è il medico che potrà ascoltarci, visitarci e proporci la cura migliore e, soprattutto, più adatta alla situazione individuale di ciascuno di noi.
Ricordiamo che, se vogliamo dimagrire, sarà bene affidarci al medico che ci saprà consigliare la dieta più adatta alle nostre esigenze e al nostro metabolismo.
Attività fisica: camminare, correre, nuotare; l’attività fisica è fondamentale ed è salutare.
Una vita regolare: il nostro corpo è una macchina fantastica ma non dobbiamo abusarne.
Una vita regolare intesa soprattutto nel senso di orari il più possibile costanti
(del ritmo sonno veglia ma anche dei pasti quotidiani, del tempo dedicato al lavoro e
di quello per il tempo libero) aiuta il nostro organismo a mantenersi in forma perché
permette il corretto funzionamento dell’asse neuro endocrino immunologico, cioè il
complesso “network” che connette il sistema nervoso centrale e periferico con il sistema
endocrino (le ghiandole che producono gli ormoni), ed il sistema immunitario (le difese dell’organismo); tutti questi sistemi interagiscono tra loro mantenendo l’omeostasi e influenzando il nostro stato di salute o di malattia.
Ma cosa chiedono le pazienti oggi al medico che si occupa di estetica?
Non chiedono di stravolgere il loro aspetto, ma di mitigare i danni del tempo.
Ecco perché è importante l’attenzione al benessere del corpo e la cura della salute.
Se desideriamo combattere l’invecchiamento, meglio cominciare andando ad
eliminare quelle cattive abitudini che sappiamo farci male, adottando uno stile
di vita più sano. Vedremo i risultati in tempi molto più brevi.
Certo, questo comporterà anche un nostro impegno quotidiano… ma sappiamo che ne vale la pena.
Il medico ha studiato per imparare a mantenere il paziente in salute e può aiutarci in questo percorso.

La bellezza è una questione di armonia!

La bellezza è una questione di armonia.

È un concetto, questo, che fortunatamente si sta diffondendo sempre più, al punto da divenire l’ultima tendenza in fatto di avvenenza: mantenere la propria bellezza e invecchiare quanto più lentamente possibile.

Concretamente che significa?
Facciamo alcuni esempi.
I seni? Non più misure esagerate per forme vistose e appariscenti, ma seni ridimensionati alla seconda o terza misura, sempre proporzionati alla struttura fisica della donna.
I glutei? Anche qui, meno sporgenze artificiose, ma glutei più piccoli e slanciati verso l’alto ad esaltare una femminilità elegante e, diremmo, quasi felina.
Girovita e fianchi? Sempre più si tende ad assottigliare il primo per aumentare la sensualità dei fianchi, vero richiamo ad una figura feconda e prospera.
E le gambe? Beh, le gambe con la bella stagione tornano protagoniste, ma non è facile trovare un flessuoso equilibrio di forme per averle tornite e sottili nei punti giusti. Che fare? Ottima la liposuzione per caviglie e ginocchia e trattamenti come la carbossiterapia per contrastare la cellulite e riattivare il micro circolo venoso.

Volersi migliorare a volte significa semplicemente voler vivere meglio, rassicurarsi.

Chirurgia e medicina estetica come possono migliorare la vita, a condizione però di non distogliere mai lo sguardo dallo spirito, che va anch’esso nutrito con viaggi, letture, buon cibo e tanta compagnia.

Riscopriamo la nostra bellezza, senza tentare di diventare qualcun altro, ma amandoci di più!

10 marzo