Seno nuovo, ma naturale!

La mastoplastica additiva non punta più solo sul volume, ma sul miglioramento del seno.
Il risultato è naturale al punto da poter ingannare anche un occhio esperto.

“Voglio sentirmi bene con il mio corpo”: è la principale richiesta che le pazienti fanno al chirurgo estetico.
“L’ho fatto per me”, “Adesso mi sento a mio agio”: sono i commenti più comuni dopo un intervento di miglioramento del seno.

Archiviati i tempi in cui si ricercavano forme esagerate, “artificiali”, oggi la filosofia che guida gli interventi di chirurgia plastica è quella della naturalezza: una volta operata, la paziente deve essere indistinguibile da una qualsiasi bella donna che incontriamo per strada, nei bar o in un ristorante.

La mastoplastica additiva, l’intervento per aumentare il volume del seno, è uno degli interventi di chirurgia estetica maggiormente richiesti ed eseguiti nel mondo.

Non si tratta semplicemente di ingrandire, ma di migliorare.
In passato, quando si puntava solo al volume, al mare tutti ci accorgevamo della differenza tra un seno “vero” e uno “ritoccato”; oggi i due seni dovrebbero essere distinguibili solo dall’occhio di un esperto.

Un’eccellenza di risultati che si spiega con la specializzazione.

Personalmente, ho scelto di specializzarmi nella chirurgia del seno in tutte le sue sfaccettature, raffinando sempre più la tecnica chirurgica, ponendo estrema attenzione alla qualità dei materiali delle protesi e aggiornandomi costantemente. D’altra parte, la chirurgia è sempre in progress, in continua evoluzione, e noi chirurghi dobbiamo seguirne e approfondirne gli sviluppi, per offrire ai nostri pazienti il meglio di quanto oggi esiste in campo internazionale.

Operiamo tenendo presente la tridimensionalità del seno: misuriamo i diametri, l’altezza, la proiezione del seno, e utilizziamo protesi anatomiche a goccia, scelte sulla base di queste specifiche caratteristiche e quindi, personalizzabili da donna a donna.
Esiste, infatti, la possibilità di variare l’altezza, la larghezza della base, la proiezione della protesi, e di utilizzare una protesi conformata esattamente per il seno e per il torace della paziente.

Anche la sicurezza e la durata delle protesi sono cambiate sensibilmente. In passato, si diceva che dovessero essere sostituite ogni 10-15 anni; le protesi anatomiche di oggi sono costruite per durare teoricamente tutta la vita.

E la vita cambia davvero: viene affrontata con più disinvoltura e sicurezza. Indossare un abito scollato, andare in palestra e al mare, non temere più gli sguardi degli altri…

Piacersi…basta volerlo!

 


glispecialistidelseno

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...